Suzuki Ignis

Suzuki Ignis recensione


Sembra quasi che ogni produttore stia tirando fuori dal cappello il SUV del momento, ma pochi sono più esperti nell’ingegnerizzazione e nella costruzione rispetto alla Suzuki .

Questa volta, però, ha portato la parte “piccola” all’estremo con la sua nuova Ignis .
A soli 3,7 metri di lunghezza, 1,69 m di larghezza e 1,6 m di altezza, l’Ignis è un rivale per le city car come la Fiat 500 e la Vauxhall Adam per dimensioni.

Ma dato i suoi passaruota svasati, il muso bluff e la posizione sollevata, ti verrebbe perdonato il fatto di chiamarlo un piccolo SUV, e quando viene aggiunto il sistema di trazione integrale Allgrip di Suzuki , questo argomento aumenta ancora di più.

Benzina

È disponibile una sola opzione di motore: l’unità a benzina quattro cilindri 1.2 litri aspirata da 89 CV di Suzuki . L’unica variazione è l’opzione di una blanda applicazione ibrida precedentemente vista in Baleno dell’azienda.

Questo utilizza un motorino di avviamento / generatore integrato con comando a cinghia e una seconda batteria agli ioni di litio che assiste il motore durante gli avviamenti, il decollo e l’accelerazione a caldo. Il risultato di tutto ciò è un risparmio di carburante leggermente migliore e minori emissioni di CO2 di 97 g / km.

La base di tutto è lo stesso telaio in acciaio ad alta resistenza su cui è basato il Baleno , ma le dimensioni più piccole di Ignis significano un peso in ordine di marcia di ben 855 kg per il modello di trazione anteriore entry-level.


Parlando di finiture, ci sono tre da cui è possibile scegliere: SZ3, SZ-T e SZ5. Le auto SZ3 entry-level ottengono ruote in acciaio da 15 pollici, alzacristalli elettrici anteriori, connettività Bluetooth, aria condizionata e vetro posteriore per la privacy di serie.

Passando ai sedili posteriori scorrevoli, alle guide del tetto, alle robuste modanature esterne del corpo, all’integrazione dello smartphone e alla telecamera posteriore, mentre si completa la gamma, l’Ignis SZ-5 aggiunge fendinebbia anteriori, accesso senza chiave e avviamento, climatizzazione, cruise control e supporto freno a doppia fotocamera.

Ignis è una city car o un piccolo SUV?


Una potenza in uscita di 89bhp può sembrare modesta, ma l’Ignis non ne vuole davvero di più , anche nel modello più pesante di Allgrip.

Si applicano le solite regole: con aspirazione naturale e solo un massimo di 88 lb ft per chiamare a 4400rpm, gli sprint veloci richiedono pazienza e / o un cambio di marcia. Eppure, è un motore che non ha problemi con l’essere spinto, e il cambio manuale a cinque marce di Suzuki è abbastanza preciso da rendere l’intera esperienza di guida piuttosto divertente.

Intendiamoci, il resto dell’auto non è così acuto, perché il suo sterzo è piuttosto lento, vago fuori centro e incoerentemente appesantito, mentre negli angoli è pronunciato il rotolamento del corpo.

Tuttavia, il passo leggero e corto di Ignis lo aiuta almeno a sentirsi agile e ha un sacco di grip sulla strada.

Al di fuori di esso, la tecnologia Allgrip è progettata per aiutare l’Ignis a superare i campi fangosi piuttosto che attraversare le catene montuose, ma il fatto che il controllo della discesa in salita sia una caratteristica dei modelli a trazione integrale è impressionante.

Assetto

L’assetto morbido si traduce in una guida molto confortevole, con il montante anteriore MacSherson di Ignis e la sospensione del raggio di torsione posteriore che fornisce un ammortizzatore a onde lunghe piacevolmente controllato su cali e creste, anche se tinto con un giro secondario faticoso sotto di esso a velocità della città.

Il ritmo non è necessario e non è necessario viaggiare lungo una strada bitorzoluta prima che gli ammortizzatori della piccola Suzuki finiscano il viaggio , ma dato il prezzo della vettura, la corsa è indubbiamente colta abbastanza oltre alla sua concorrenza consolidata.

A parte qualche ruggito di pneumatici su tratti di asfalto particolarmente grezzi, l’Ignis riesce ad essere piuttosto raffinato in crociera. Chiede molto al motore e inizia a suonare teso oltre i 4000 giri al minuto, ma altrimenti si assesta in un ronzio di fondo e resiste a inviare vibrazioni attraverso i pedali o il volante.

L’Ignis è competente sulla strada piuttosto che eccezionale , quindi, ma le cose all’interno sono molto più impressionanti.

Per i principianti, l’Ignis ospiterà quattro adulti in tutta comodità – e stiamo parlando di ginocchia libere da schienali e teste ben lontani dal soffitto. Il guidatore ottiene anche una discreta quantità di regolabilità al volante (se ti allontani dal trim SZ3 di livello base) e dietro di te c’è un impressionante bagagliaio da 260 litri (204 litri se ottieni Allgrip). Scegli SZ-T o SZ5 Ignis e gli schienali posteriori si regolano e gli stessi sedili si piegano in piano e scivolano avanti e indietro in una configurazione 50/50.

Così intelligente e spazioso è l’Ignis che il fatto che i suoi materiali interni siano esclusivamente a noleggio basso conta molto meno, tanto più che Suzuki ha almeno sperimentato un cruscotto convincente a due toni.

Il suo touchscreen a colori Pioneer decisamente aftermarket è un’altra debolezza, essendo piuttosto poco reattivo, difficile da navigare e di bassa risoluzione. Tuttavia, la sua compatibilità con Apple CarPlay lo rende molto più accettabile, e Suzuki promette che questa unità Pioneer verrà sostituita in tempo per il sistema Baleno .


La piccola Suzuki Ignis si dimostra un piccolo SUV capace


Suzuki crede che troverà 6000 case per Ignis all’anno nel Regno Unito e che il 40% delle vendite saranno auto SZ-T a trazione anteriore. Questo ha perfettamente senso per noi, perché mentre la rassicurazione di Allgrip si appellerà ad alcuni, la maggior parte degli acquirenti starà meglio risparmiando i soldi.

Suzuki dice che sarete in grado di aggiungere la suite completa di kit di sicurezza, inclusa la frenata automatica di emergenza in città, come pacchetto opzionale, che vi consigliamo di fare.

La gamma di Ignis inizia intorno a £ 10,460 e completa con questo SZ5 Allgrip a circa £ 14,460 , mentre il modello di vendita più venduto dovrebbe costare non più di £ 11,960. Visto vicino a macchine di città come il 500 e Adamo, che fa il Suzuki il prezzo competitivo, ma contro SUV di bambino come Fiat Panda 4×4 e Renault Captur è assolutamente a buon mercato .

Certo, non è all’altezza delle dinamiche di guida, della qualità degli interni e dei sistemi di infotainment di quei concorrenti. Tuttavia, se si tiene a mente l’equipaggiamento standard generoso di Ignis e lo spazio e la praticità eccezionali, certamente ha qualcosa che non fanno .